Domenica, 14 Aprile 2024

Calcio

Il comunicato della squadra che milita nel campionato Asi-Puglia

“Il Dimitri non si tocca”, il rifiuto alla Asd Reunion

Asd Reunion Asd Reunion

Un campionato di calcio Asi-Puglia in serie B1 sempre ai vertici della classifica con ottime prospettive per la promozione in A. E’ la brillante stagione della “Asd Reunion” di Manduria, squadra di calcio a 11 composta da atleti cresciuti nell’oratorio di San Giovanni Bosco di Manduria e fino a qualche anno fa in squadra di prima categoria ASD Don Bosco.

L’entusiasmo alle stelle per lo scontro diretto con la seconda in classifica che in caso di vittoria porterebbe alla squadra manduriana la certezza del passaggio in A, è rovinato dal rifiuto dell’uso dello stadio comunale Dimitri che a quanto pare sarebbe stato concesso in esclusiva alla società dell’Ug Manduria.

Ad esprimere il proprio dissenso per questa scelta è il presidente della Asd Reunion Manduria, Leonardo Daggiano che ieri ha incassato il rifiuto dall’amministrazione comunale. «Il consigliere delegato allo sport, Mastrovito mi ha detto che non possiamo utilizzarlo perché non siamo una società iscritta alla Figc», racconta Daggiano che non vuole rinunciare a disputare l’importante incontro sul nuovo campo di gioco realizzato con denaro pubblico pari a 850mila euro. Una esigenza momentanea la loro per l’indisponibilità momentanea del campo di gioco del Don Bosco dove solitamente giocano.

«Il rifiuto è stato verbale ma io ho chiesto una risposta scritta», fa sapere il presidente Daggiano facendo intendere di voler coinvolgere livelli superiori. «Non siamo una società Figc, ma facciamo legittimamente parte delle associazioni sportive sociali italiane (Asi) che è un ente di promozione sportiva riconosciuta dal Coni», informa Daggiano rivendicando così la legittimità della loro richiesta.

Il match, importantissimo per la squadra e per i suoi sostenitori, è in programma per sabato 2 marzo, quindi in un giorno in cui il dimitri sarebbe libero. Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa della società Reunion.

In data 19 febbraio 2024 l’associazione sportiva Asd Reunion, militante nel campionato amatoriale ASI – calcio a 11 (2024), attraverso il suo presidente Daggiano Leonardo ha protocollato un richiesta al comune di Manduria, all’attenzione del sindaco e dell’assessore allo sport. Oggetto di tale missiva, è la disponibilità dello stadio comunale “Nino Dimitri” per sabato 2 marzo 2024.

L’impianto è tornato pienamente fruibile e, come sottolineato dal sindaco, a disposizione della comunità, dallo scorso 10 febbraio. La data oggetto della richiesta dell’Asd Reunion non prevede concomitanze in calendario, pertanto lo stadio risulterebbe a tutti gli effetti libero.

L’associazione manduriana, chiede in via del tutto straordinaria l’utilizzo dell’impianto sportivo Dimitri, per l’indisponibilità in quei giorni del campo Don Bosco, sede abituale dell’Asd Reunion. L’unica alternativa in città resta il Dimitri e, la data in oggetto (2 marzo), non arrecherebbe alcun danno all’Ug Manduria Sport, impegnato tra l’altro, nella trasferta di Massafra, il giorno seguente. Né ad altre associazioni cittadine.

Nonostante le dovute premesse e gli opportuni solleciti, l’Asd Reunion ha ricevuto un primo diniego dalla parte amministrativa, senza le doverose spiegazioni. Se l’impianto è comunale e a disposizione della comunità, come sostenuto dal nostro primo cittadino, perché non si prende nemmeno in esame la richiesta di un’associazione che, in via del tutto straordinaria, ne chiede l’utilizzo solo per un giorno?
Attendiamo lumi dal Sindaco e dall’assessore allo Sport

Leonardo Daggiano – Presidente Asd Reunion

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

2 commenti

  • Luigi Daggiano
    gio 22 febbraio 09:13 rispondi a Luigi Daggiano

    Questi sono padri e padroni, anche sullo stadio che è un impianto fatto con i soldi della comunità diventa a tutt'oggi di loro proprietà. In questo caso tutte le associazioni si dovrebbero ribellare e mandare a casa questi fannulloni che nella loro vita non hanno fatto mai niente.

    • Miminu
      ven 23 febbraio 01:49 rispondi a Miminu

      Sono d'accordo col sig daggiano e col presidente daggiano . L'asd è una squadra di tutto rispetto fatta di ottimi giocatori , lavoratori e che conoscono bene il pallone, ma soprattutto manduriani.....noni comu sti quattru pupazzi di l'ug manduria sport....gente che di pallone non ne sa niente e anche chi li comanda d gestisce....di mastrovito poi no ne parliamo....tale padre è tale figlio....esaltati.....picuraru ta la scapati bbueni lì.pecuriiiiii noooooo

Sport
La Redazione - mer 10 aprile

Nervosismo rientrato tra la dirigenza del Manduria calcio e giocatori che ieri si erano opposti all'allenamento ...

Sport
La Redazione - mer 10 aprile

Acque agitate nel calcio manduriano. Ieri la squadra, pur presente, non si sarebbe allenata. ...

Sport
La Redazione - mer 10 aprile

Nell'ultima di campionato under 14 partita subito in salita sabato scorso per la Vis Nova Messapica Manduria ad Alberobello che chiude l'incontro con ...

Sport
La Redazione - lun 8 aprile

Grandi successi nella ginnastica artistica - categoria avanzato e base per la NewMeeting Avetrana. Si sono svolte ieri a Lizzanello, ...

Sport
La Redazione - lun 25 marzo

Ancora un sabato d'oro per Avetrana.  La  prodigiosa banda targata "Newmeeting ginnastica artistica" colpisce ancora. Questa ...

Molfetta-Manduria incontro con "profili di criticità": il questore di Bari fissa le regole per la vendita dei biglietti
La Redazione - ven 2 febbraio

L’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive in occasione dell’incontro di calcio valevole come finale di ritorno di Coppa Italia Eccellenza Regionale “Molfetta ...

Coppa Italia, vanno a ruba i biglietti per la tifoseria biancoverde
La Redazione - sab 3 febbraio

A poche ore dall'attesissimo atto finale della Coppa Italia di Eccellenza, contesa da Manduria e Molfetta, ci sembra il caso fare chiarezza su alcuni aspetti inerenti la gestione degli accessi allo stadio "Paolo Poli", ...

L'avventura biancoverde riparte da Sarno e sabato si torna al nuovo Dimitri
La Redazione - gio 8 febbraio

Dopo la vittoria della coppa Italia dilettanti contro il Molfetta, ora i biancoverdi affronteranno la fase Nazionale. I messapici sono stati inseriti nel Gruppo G della competizione, dove incontreranno la Santarcangiolese e ...