Domenica, 16 Giugno 2024

News Locali

In otto punti gli interventi da fare pena sanzioni

Operazione decoro urbano, l'ordinanza del sindaco rivolta ai cittadini

Vegetazione eccessiva Vegetazione eccessiva

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha emesso un’ordinanza che obbliga a tenere puliti e ordinati giardini e spazi di proprietà privata, spesso privi di recinzione, che versano in uno stato di abbandono per carenza di interventi di manutenzione.

La materia riguarda «la crescita incontrollata di erbe incolte e vegetazione spontanea (tra cui piante allergeniche) od anche di siepi e rami che si protendono oltre il limite di proprietà – si legge nell’ordinanza -, occultando o rendendo poco visibile la segnaletica stradale, gli impianti semaforici, la pubblica illuminazione o restringendo la carreggiata e la fruibilità dei marciapiedi».

L’obbligo al decoro e alla pulizia riguarda anche le facciate delle case e i marciapiedi dove cresce l’erba infestante. «E’ stata segnalata la presenza sulle facciate e strutture di numerose unità immobiliari, talvolta abitate ma prive di ogni necessaria manutenzione, di vegetazione spontanea - anche allergenica - evidenziante lo stato di abbandono e di degrado con pregiudizio del decoro urbano e dell’immagine cittadina e potenziale causa di pregiudizio delle strutture edilizie, specialmente in muratura»

Regole anche per i colombi. «La presenza di colombi all’interno di unità immobiliari abbandonate – scrive Pecoraro -, determina danni agli edifici, rischi di natura igienico sanitaria e della salubrità dell’ambiente urbano, costituendo sorgente di agenti patogeni trasmissibili anche all’uomo».

Il primo cittadino è preoccupato poiché le «situazioni di incuria e di degrado descritte, soprattutto nell’area urbana, oltre a ledere o sminuire il decoro e l’immagine cittadina, rendono precarie le condizioni igienico sanitarie e di salubrità ambientale, con conseguente complessivo danno e pericolo alla salute pubblica ed alla sicurezza in generale, anche stradale».

Ed ecco in 8 punti gli interventi da fare in mancanza dei quali si rischia una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro e nei casi più gravi, in caso di inottemperanza, si procederà con esecuzione d’ufficio ed addebito delle spese sostenute, entro i 15 giorni successivi alla data di accertamento e contestazione.

1.           di tenere i terreni e le aree di cui sopra sgombri da sterpaglie, cespugli, rovi, ramaglie, erbe infestanti, da immondizie e da rifiuti in genere, mantenendo le aree pulite ed in perfetto ordine attraverso tagli periodici della vegetazione, al fine di evitare rifugio ad animali che siano potenziali veicoli di malattie o comunque di inconvenienti igienico sanitari, ed anche il possibile rischio di propagazione di incendi;

2.         di provvedere alla regolazione e manutenzione di siepi, al taglio dei rami delle alberature e delle piante che si protendono oltre il confine sul ciglio stradale o che creano pericolo alla pubblica e privata incolumità, con conseguente rimozione e conferimento nelle modalità previste dall’Amministrazione Comunale dello sfalcio e dei residui vegetali e allo smaltimento secondo le vigenti normative di qualsivoglia rifiuto;

3.         le aree di uso comune dei fabbricati, nonché le aree scoperte private devono essere tenute pulite a carico dei rispettivi conduttori, amministratori o proprietari, che devono inoltre conservarle libere da materiali di scarto anche se abbandonati da terzi; i soggetti precedentemente indicati sono tenuti ad attrezzare le aree con idonee opere (recinzioni, ecc.) al fine di impedire l’accesso ad estranei per l’abbandono di rifiuti , fatte salve le autorizzazioni ed i titoli edilizi necessari;

4.         mantenere in perfetto stato di pulizia e di cura vasi, fioriere private poste sul suolo pubblico;

5.         di effettuare idonea manutenzione sulle facciate esterne degli immobili al fine di evitare la presenza di vegetazione spontanea e garantirne il decoro e l’immagine dello stesso, nonché lo stato di conservazione delle strutture edili a tutela della pubblica e privata incolumità.

6.         di procedere alla pulizia e manutenzione di immobili disabitati, cantieri edili, opifici e l’adozione ed installazione di specifici accorgimenti tecnici - griglie, reti od altri dispositivi idonei tesi ad evitare la penetrazione di roditori, volatili e di animali in genere ed in particolare di colombi;

7.         di controllare costantemente lo stato di gestione e conduzione delle aree e degli immobili oggetto della presente disposizione;

8.         tali interventi dovranno essere effettuati in modo ciclico e/o ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità in modo da garantire le perfetta pulizia e manutenzione dei luoghi al fine di preservare la salute, i requisiti igienico sanitari ambientali ed il benessere pubblico oltre che l’ordine ed il decoro cittadino.

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

19 commenti

  • Guido LaVespa
    mar 21 maggio 23:58 rispondi a Guido LaVespa

    Sindaco grazie per questo tentativo di dare lustro al paese, le rivolgo pero due domande alle quali sarebbe gradita una risposta. Uno qiando passa lungo le strade con lerba alta sul ciglio cosa pensa? Che è tutto normale o che magari qualcuno degli ausiliari che ha assunto autostipendiati con le multe fanno invece del monopattino potrebbero usa un decespugliatore. Due a casa sua è tutto a posto il decoro? No perche non è che per caso uno punta il doto contro gli altri e poi dentro casa teni lu schofi Ossequiamente Guido L

  • Pippinu
    mar 21 maggio 22:27 rispondi a Pippinu

    Scritto nel testo: -“Operazione decoro urbano, l'ordinanza del sindaco rivolta ai cittadini” …ma vedendo velocemente, mi era sembrato di leggere : - “ Operazione decoro urbano, l'ordinanza del sindaco LA rivolta DEI cittadini.” …e io .esclamando; - “ MENCHIA PURU “ !!!! 🤣🤣🤣🤣🤣🤣

  • Cittadino in.........to
    mar 21 maggio 21:11 rispondi a Cittadino in.........to

    Decoro urbano cosa vuol dire per i comunanti multare i cittadini e obbligarli e loro Chi li multa ,abito in viale medaglie d'oro e oh dovuto tagliare io l'erbaccia e togliere le sterpaglie lasciate dai vostri amici lavoratori chi li controlla o li multiamo noi.Ricordo al nostro caro signor sindaco che decoro e sono i servizi primaria ai cittadini per esempio gas, acqua e fogna e non inventarsi delle scappatoie per non completare le zone.

  • remo la barca
    mar 21 maggio 19:54 rispondi a remo la barca

    Una giusta ordinanza sarebbe quella che consente a chiunque di fare quel c... avolo che gli pare. Cosi saranno tutti felici e contenti. D'altra parte così hanno sempre fatto tutti: case abusive, passi carrabili senza permessi, ecc ecc.

  • Carlo
    mar 21 maggio 17:51 rispondi a Carlo

    Decoro di Manduria ?venditori ABBUSIVI di cirase🤣😂😅

  • Gianni Tripaldi
    mar 21 maggio 17:48 rispondi a Gianni Tripaldi

    A Manduria evidentemente si pensa più a mettere parcheggi a pagamento e divieti di sosta con rimozione lungo le litoranee. Il Sindaco ci spieghi dove lasciare le auto quando si và al mare lungo le litoranee

  • Gianni Tripaldi
    mar 21 maggio 17:29 rispondi a Gianni Tripaldi

    Sig. Sindaco anch'io le rammento come giustamente ha commentato altro cittadino di provvedere a pulire e recidere erbacce ed arbusti lungo le varie strade di Manduria e da Manduria che vanno a San Pietro in Bevagna soprattutto quella secondaria che porta poi a Borraco ( strada che porta all'ex Camping Tiziana e ristorante Li Surii). Il problema é stato sollevato sempre dallo scrivente 2 anni fa senza nessun riscontro

  • Mario
    mar 21 maggio 15:51 rispondi a Mario

    E io che ti ho votato perché dovevi essere il meno peggio. Pecora' scendi dalla tua arroganza ,dalla tua dittatura,prima di fare quardati allo specchio e dai in primis dimostrazione. Ci sono cittadini abbandonati dai loro diritti che ti pagano i tributi,ma il tuo pallino è come fare sperpero di denaro ,mi chiedo il perché ,ci saranno interessi privati??? Manduria la stai portando alla rovina ,la tua specialità era sindaco dei Bacchettoni ,oggi non più impraticabili con paletti di segnalazione stradale e non. Hai fatto decreti ( quante persone sono state moltate x Feci di cani?)Marciapiedi e parco bambini ne sono pieni..Adesso x il decoro?Bene ed è giusto ,incominciato a multarti. tanto sono i nostri tributi? Non fare il Nerone ,,armiamoci e partite( il tuo cambiamento.) In attesa della FINE della poltrona,Questa è la mia visione-opinione. Grazie

  • Gregorio
    mar 21 maggio 15:32 rispondi a Gregorio

    2 parte:, segnaletica, totem per il pagamento ticket , ecco, il responsabile è il Comune? Datemi una delucidazione ✨✨!!

  • Gregorio
    mar 21 maggio 15:28 rispondi a Gregorio

    Nello scritto : -“..occultando o rendendo poco visibile la segnaletica stradale, gli impianti semaforici, la pubblica illuminazione o restringendo la carreggiata e la fruibilità dei marciapiedi». Adesso, Non voglio essere rompipalle,mi chiedo; perché il Sindaco emette : ordinanze, ordine, regole, norme, deroghe, disposizioni ecc.. Quando in base al Codice della strada, i marciapiedi (la parte della via o della piazza esterna alla carreggiata e destinata a tutti i pedoni) è demaniale, quindi di proprietà del Comune. Perciò tocca all’ammirazione prendere provvedimenti..sempre! Anche perché in caso di INFILTRAZIONI, ( parlo sempre di marciapiede 🤣) LESIONI, marciapiede SCONNESSO o DISSESTATO,..stranamente tocca al proprietario sistemarlo, in conclusione: quando è da sistemare (spendere i soldi) il responsabile è il proprietario della casa, mentre quando c’è da mettere paletti, 1parte

  • Cittadino Manduria o
    mar 21 maggio 12:57 rispondi a Cittadino Manduria o

    Egregio sindaco le vorrei ricordare che decoro urbano sono anche le strade sterrate che insistono in tutto il territorio abitato di Manduria, San Pietro in Bevagna, Torre Colimena e Uggiano Montefusco. In più tutte le strade del paese piene di buche.

  • Antonio Ruggero
    mar 21 maggio 12:07 rispondi a Antonio Ruggero

    L'ordinanza prevede anche il controllo dei passi carrabili (regolari), dove il manduriano parcheggia infischiandosene del divieto di sosta? E di quelli irregolari con divieto di sosta realizzato con: sedie, tinozze, secchi ecc.? Basta che pubblicano fotografie per ogni "scemenza che fanno", cose che in un paese normale sarebbe ordinaria amministrazione. Avete distrutto questa Città, siete peggio degli Unni!

  • Dino Conta
    mar 21 maggio 11:59 rispondi a Dino Conta

    Caro sindaco perché non pensa prima al decoro nelle aree pubbliche di pertinenza del comune?

  • Lorenzo Libertà per la Marina
    mar 21 maggio 09:03 rispondi a Lorenzo Libertà per la Marina

    Buon giorno Sindaco Pecoraro, buon giorno Presidente del Consiglio Comunale, Buon giorno Cittadino Illuste, buon giorno Senza Cuore. Qui alla Marina di Manduria, serbatoio Imu per casse comunali senza fondo di Manduria, ci si domandava a proposito della sopra citata ordinanza: la fatiscente situazione della storica chiesetta di San Pietro in bevagna? Le fioriere e le panchine in piazza delle Perdonanze? La frana di Torre Colimena? L' ex Monastero padri Benedettini d' Aversa? In attesa di consigli, opinioni e fatti sul da farsi, tenendo conto anche della " fresca" Bandiera Blu, da parte delle Istituzioni locali e dei loro scribani facenti veci, alla Marina si aspetta... e si spera 😜 Opinioni evidentissime

  • Giuse Dinoi
    mar 21 maggio 08:32 rispondi a Giuse Dinoi

    Questo ovviamente vale anche per le aree di competenza del comune non solo del privato,giusto signor sindaco?Si ricordi che anche i cigli delle strade di competenza del comune devono essere puliti compresi quelli di campagna che rientra nelle aree comunali.Questo è anche decoro urbano

  • P 60
    mar 21 maggio 08:17 rispondi a P 60

    Si deve ricordare al sindaco Peçoraro che ci sono delle sentenza da giudici che hanno ordinato la pulizia e il mantenimento del terreno com'era in origine in attesa che il comune di Manduria lo espropri x il collegamento di due strade e questo nessuno lo fa rispettare quindi ste ordinanze lasciano il tempo che trovano.

  • Antonio Ruggero
    mar 21 maggio 08:01 rispondi a Antonio Ruggero

    Ma l'ordinanza, l'ha inviata anche ai colombi?......

  • Egidio Pertoso
    mar 21 maggio 07:46 rispondi a Egidio Pertoso

    E' una dichiarazione di guerra ? Allora come la mettiamo con le strisce stradali - le vernici sono ecocompatibili ? - e con tutti i pali e paletti - che arruginiscono - installati, con furioso dispendio di pubblico denaro, ad ogni pie' d' uomo ? E come fare a filtrare le polveri svolazzanti dei costruendi inutili immobili per asili e caserme ? E come fare spalazzare discariche ed immondezzai che stanno a soffocare, non solo la citta e cittadini, ma anche tutti gli esseri che madrenatura ci ha dato. Aspettiamo, adesso, il proclama per la guerra a vespe, api, bombi, coleotteri, grilli, cicale, falene, farfalle e tutti altri ancora. Per i colombi, piccioni -specie in via d'estinzione - lo si e' fatto, con la lusinga di non avere problemi di salute, fermo restando che quella mentale non l' avremo mai.

Locali
La Redazione - mer 12 giugno

Via Mazzini per il percorso urbano e via per Maruggio in quello extraurbano. Sono queste le due strade manduriane ...

Locali
La Redazione - gio 6 giugno

L’Italgas ha presentato ieri al sindaco di Manduria, “Picarro Surveyor”, la tecnologia più all’avanguardia ...

Locali
La Redazione - mer 5 giugno

La ditta “Fontana Service” che si è aggiudicato l’appalto per la custodia e il trasferimento della ...

Locali
La Redazione - mar 4 giugno

In diversi quartieri manduriani è stata interrotta l’erogazione idrica. Il disservizio che sta creando ...

Locali
La Redazione - mar 4 giugno

Il comune di Manduria ha ammesso 7 progetti per i centri estivi che saranno attivati nella prossima estate. Le domande sono state selezionate ...

Pellegrinaggio a San Cosimo alla Macchia, percorso rurale
La Redazione - ven 17 maggio

Per questa domenica un pellegrinaggio a San Cosimo è stato organizzato dalla pro loco di Manduria e dalle associazioni Terra Nostra e Mimmo Puglia. L'iniziativa è denominata "In cammino verso il Santuario di San Cosimo alla ...

Da Manduria un caffè espresso per i grandi del mondo e per la pace
La Redazione - ven 17 maggio

L’eclettico Giovanni Sanasi, barman e titolare del bar interno all’ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria, ne ha fatta un’altra. Questa volta non un’invenzione “meccanica” o “strumentale” ...

Stazioni di ricarica auto elettriche, il comune di riprova
La Redazione - ven 17 maggio

Dopo l’annunciata e poi fallita installazione, nel 2022, delle prime tre stazioni di ricarica per auto elettriche, il comune di Manduria ci riprova e avvia una ricerca di mercato per società del settore interessate ...