Giovedì, 23 Maggio 2024

Ambiente

Le critiche del presidente Attiva Lizzano

Lotta alle discariche, gli ambientalisti lizzanesi lasciati soli da Manduria

Giovanni Gentile Giovanni Gentile

All’indomani della manifestazione manduriana organizzata dall’amministrazione comunale manduriana contro l’ampliamento della discarica di «Manduriambiente», gli ambientalisti di Lizzano contestano, al Comune di Manduria, il non aver voluto firmare l’ordine del giorno di contrarietà alla riapertura della discarica di Lizzano e alla relativa concessione Aia a favore della società Lutum. Discarica questa chiusa il 10 febbraio del 2014 dalla magistratura per l’emissione di sostanze odorigene, come il solfuro di idrogeno e biogas, derivanti dai processi di gestione e post gestione delle vasche di raccolta e di trattamento dei rifiuti.

Il comitato “Attiva Lizzano” aveva richiesto alla provincia di Taranto di intervenire nel procedimento invitando i sindaci dei Comuni dell’arco ionico a sostenere la battaglia ma, questa solidarietà, dal Comune di Manduria non è mai arrivata. Di contro, l’assessore all’ambiente e urbanistica Katia Fusco, nell’organizzare la manifestazione manduriana, ha chiesto e ottenuto l’adesione del Comitato di Lizzano. Questa discordanza è stata messa in evidenza dal comunicato postato sulla pagina istituzionale Facebook del movimento cittadino, “Attiva Lizzano”. «Se Manduria vuole vincere la battaglia contro l’ampliamento della discarica – si legge -, deve partecipare anche alle battaglie, sulle stesse questioni, degli altri comuni della provincia di Taranto».

Noi de «La Voce di Manduria», abbiamo intervistato il presidente del Comitato lizzanese Giovanni Gentile che si esprime così in merito: «Benché non abbiamo ricevuto un invito diretto alla manifestazione manduriana, abbiamo aderito lasciando i nostri soci liberi di intervenire. Abbiamo aderito lo stesso, con piacere – prosegue Gentile -, perché sono tematiche analoghe a quelle nostre. Purtroppo il Comune di Manduria - continua l’ambientalista lizzanese -, non ha aderito alla nostra battaglia contro la discarica ex-Vergine».

Sono 20 i comuni ionici che hanno appoggiato la battaglia dei lizzanesi esprimendo la propria contrarietà, anche con delibere di consiglio, alla concessione dell’Aia per la discarica Lutum. «Ma ancora oggi – fa notare Gentile -, non registriamo l’adesione del Comune di Manduria. Speriamo - va avanti il presidente -, che questo possa accadere, anche perché ci sono stati dei contatti che ci lasciano ben sperare in un cambiamento futuro, ma per adesso, ufficialmente, l’adesione non c’è (ci doveva essere il 14 luglio, il tempo è scaduto). Insomma - dichiara Gentile -, manca una presa di posizione da parte dell’amministrazione manduriana. A livello politico sarebbe comunque un segnale per noi importante anche perché è un Comune che a sua volta sta vivendo sulla sua pelle il possibile ampliamento della sua discarica. Lo vediamo come un segnale importante per l’Amministrazione e la cittadinanza in generale», conclude l’ambientalista della vicina Lizzano.

Alla domanda su cosa potrebbe fare Gregorio Pecoraro, sindaco di Manduria e consigliere provinciale di maggioranza, per le sorti dei lizzanesi, il presidente di Attiva Lizzano risponde così: «Potrebbe fare molto. Tra gli enti che ci mancano c’è quello della provincia che si deve esprimere sull’Aia. Se la Provincia si esprimesse contro l’apertura, ci farebbe veramente piacere», termina Gentile.

Silvia Dimagli

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Nuova bufera in vista nel Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria alla vigila del rinnovo delle cariche. La nube minacciosa ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Nel 2011 il comune di Manduria aveva ottenuto un finanziamento di 500mila euro per il palazzetto dello sport. Provvidenze che ha poi perso ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

L'appello del newyorkese Don Thornot che ha scritto al nostro giornale in cerca di notizie sul suo antenato Ferdinando De Grassi ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

L’Ufficio servizi legali del comune di Manduria ha emesso un’ordinanza di sgombero nei confronti dell’unico ambulante ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, gio 23 maggio

Si è riunito ieri alla presenza del coordinatore provinciale, onorevole Vito De Palma e del vice coordinatore, il consigliere ...

Ampliamento Manduriambiente, la Asl contraria per "rischi sanitari"
La Redazione - mer 6 dicembre 2023

Oltre all’Arpa e al comune di Manduria, anche la Asl di Taranto ha posto dei freni all’ampliamento della discarica Manduriambiente. Nella conferenza dei servizi che si è tenuta ieri per il rilascio del Paur, il Provvedimento ...

Ampliamento della discarica, il nodo da sciogliere sul "nuovo lotto"
La Redazione - gio 7 dicembre 2023

La conferenza di servizio sulla richiesta di ampliamento della discarica di Manduria, fissata per il 21 dicembre, sarà preceduta da una riunione tecnica tra i responsabili del Provvedimento autorizzatorio unico regionale e i ...

ESCLUSIVO: Manduriambiente sull'opposizione all'ampliamento «pretestuosa» e causa «di scarsa competenza»
La Redazione - dom 17 dicembre 2023

«Pretestuose» e causa «di scarsa competenza». Così la società Manduriambiente definisce i motivi di opposizione all’ampliamento della discarica presentate ...