Giovedì, 23 Maggio 2024

Gli articoli

L'evento bocciato dal compositore

Il maestro Arnò rifiuta la giuria del Comedy Festival da 200mila euro: "è uno spreco siderale"

Ferdinando Arnò Ferdinando Arnò

Sono stato invitato"pubblicamente" da Dario Pinelli come "giudice onorario" al Manduria Comedy Festival che, se tutto va secondo il piano cosmico, si terrà questo luglio. Una proposta che mi ha lusingato, alla quale ho risposto entusiasticamente con un sì. Ma, un'occhiata più attenta ai chiamiamoli dettagli rende il quadro meno idilliaco. Un (ex) assessore alla Cultura, il quale all'inizio del suo mandato sembrava non comprendere neppure il concetto di cultura — un qualcosa di "soggettivo", secondo lui, che può essere amato o detestato, una chiamata d'aiuto per la sua banalizzazione estrema.

Questo stargate di un assessore (Vito Andrea Mariggiò, ndc), ha il fiuto per gli sprechi maestosi e una propensione per le decisioni bizzarre, come spendere , senza batter ciglio, 1050 euro al giorno per un Babbo Natale per poche ore , quando quello "originale" di Rovaniemi, da me contattato, sarebbe costato meno. Questo mago dell'apparizione si autoinvita a tutti gli eventi tutti, anche quelli dove il suo spirito non è stato invocato. Con un'autostima sfacciata, si pavoneggia tra gli stand e i palchi, con la sua sciarpa e il completo viola e un sorriso troppo largo convinto di essere il mecenate di un rinnovamento culturale. Ora, con l'entusiasmo di chi gioca con i soldi degli altri, ha deciso di destinare 200.000 euro ad un festival di tre giorni.

Immagino che Vito, nell'oscurità della sua stanza piena di specchi, non sapesse che io ero stato invitato. Altrimenti, avrebbe combattuto con artigli e denti per tenermi lontano da quel palcoscenico. Quindi (come dice Paolo Conte l) grido prima: Questo festival è uno spreco siderale, un buco nero che inghiotte risorse in una Manduria dove le strade sono asfaltate solo a metà. Con i nostri soldi, Vito e Isidoro (aiuto) hanno messo in scena la peggiore delle Fiere, forse la peggiore Fiera Pessima nella storia tormentata di Manduria. Hanno reso impossibile vivere nella nostra città, tramutandola in un deserto lunare.

Come Dune ma senza la Tomba Brionvega di Scarpa Immaginate un festival della comicità che si trasforma in una commedia vivente, una parodia di se stesso, orchestrata da un assessore che gira per la città con l'aria di chi si crede il principe del ballo Le strade di Manduria, famose per essere asfaltate solo a metà, faranno da perfetta scenografia a questo teatro dell'assurdo, dove il pubblico, a tratti divertito e a tratti disorientato, parteciperà a una riflessione involontaria sul significato di gestione culturale e amministrativa.

Ferdinando Arnò

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

3 commenti

  • Antonio Ruggero
    mer 15 maggio 07:50 rispondi a Antonio Ruggero

    Mai, come in questo caso, sono d'accordo con il maestro ARNO'. Non solo spreco, ma soprattutto da notare , sempre più appariscente, la distanza tra questa amministrazione (che non amministra nulla, ma fa continuamente foto di avvenimenti che in altri posto sarebbero di ordinaria amministrazione: pulizia delle strade; pulizia delle spiagge; sfasciamento di di erba lungo le strade e scuole di proprietà comunale, ecc) e le nuove generazione. Cosa può importare ai giovani di questi attori dei "cinepanettoni"? Si investa nella vera cultura e i "politici" non cerchino le passerelle per esporsi miseramente. Non li considera nessuno e si auto elogiano per il NULLA!

  • Alessandro De Marco
    mer 15 maggio 00:32 rispondi a Alessandro De Marco

    gatto ci cova, attenzione Maestro

  • Fernando Maria Maurizio Potenza
    lun 13 maggio 14:43 rispondi a Fernando Maria Maurizio Potenza

    Condivido pienamente le dichiarazioni del Maestro Arno' e sono felice che non sia caduto nel tranello di questa politica ipocrita e invidiosa. Una politica, che oggi lo invita sul palco come ospite d'onore, e che fino a ieri, lo ha boicottato sia artisticamente che nell'interesse della comunità su progetti o idee per rendere più bella e interessante questa Città.

“Quei prodotti tossici che mi costringono ad andare in campagna per respirare”
La redazione - gio 28 marzo

L’altro ieri mattina presto, alle 6 circa, è passato davanti la mia abitazione il mezzo per la disinfezione delle strade.   ...

Crollo degli argini del canale di Colimena, l’interpellanza dei Demos
La redazione - mer 3 aprile

Al presidente del Consiglio Comunale Gregorio Dinoi, al sindaco Gregorio Pecoraro, al segretario comunale Maria Eugenia Mandurino ...

Sammarco sulla bacchettata del Tar al presidente Dinoi
La redazione - gio 4 aprile

L’amministrazione Pecoraro non riesce a farne una giusta, nemmeno quando le viene consigliata la strada da seguire.  𝗟𝗮 𝘀𝗲𝗻𝘁𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗲𝗺𝗲𝘀𝘀𝗮 𝗱𝗮𝗹𝗧𝗔𝗥 𝗮𝗻𝗻𝘂𝗹𝗹𝗮 𝗶𝗻𝗳𝗮𝘁𝘁𝗶 𝗱𝗶𝘃𝗲𝗿𝘀𝗶 𝗮𝗿𝘁𝗶𝗰𝗼𝗹𝗶 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗮𝘁𝘁𝗼 𝗶𝘀𝘁𝗶𝘁𝘂𝘁𝗶𝘃𝗼 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗶𝗺𝗽𝗼𝘀𝘁𝗮 𝗰𝗵𝗲𝘁𝗲𝘀𝘁𝗮𝗿𝗱𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗲 𝗹𝗮 𝗺𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼𝗿𝗮𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗰𝗶𝘀𝗲 𝗺𝗲𝘀𝗶 𝗮𝗱𝗱𝗶𝗲𝘁𝗿𝗼 𝗱𝗶 𝘃𝗼𝘁𝗮𝗿𝗲, 𝗻𝗼𝗻𝗼𝘀𝘁𝗮𝗻𝘁𝗲𝗮𝘃𝗲𝘀𝘀𝗶 𝗮𝘃𝗮𝗻𝘇𝗮𝘁𝗼 𝗹𝗮 𝗿𝗶𝗰𝗵𝗶𝗲𝘀𝘁𝗮 𝗱𝗶 𝗻𝗼𝗻 𝗳𝗮𝗿𝗹𝗼, ...