Lunedì, 4 Marzo 2024

Cultura

Parla il professore Giuseppe Guida, figlio d'arte e docente del liceo artistico

Il cavallo del West e gli altri disastri artistici

Beppe Guida Beppe Guida

«I - buoni a nulla ma capaci di tutto - colpiscono ancora. Spero mi perdoni Leo Longanesi, ma come meglio definire chi ha pensato di commissionare una statua in bronzo che raffigurerà un cavallo a rappresentare la nostra città?». Ad esprimere questo parere sulla decisione dell’amministrazione comunale manduriana di ordinare ad un artista un monumento che raffiguri un cavallo quale immagine identificativa della città messapica, è di Giuseppe Guida, docente del liceo artistico di Manduria e figlio del noto scultore ultracentenario di origini campane ma naturalizzato a Manduria.

Tra ironia e amara rassegnazione, il professore esteta e figlio d’arte prende spunto da questa recente decisione della giunta Pecoraro per fare un’analisi delle brutture urbanistiche che hanno caratterizzato le scelte targate Pecoraro sindaco.

«Vorrei ricordare, a chi memoria non ha, alcuni dei disastri “artistici” compiuti, e in compimento, in paese». Ed eccoli in dettaglio. «Trascurando di segnalare le panchine realizzate su spartitraffico e improbabili ricostruzioni storiche su rondò, citerei “piazza tubi” realizzata con l’esborso molto consistente di centinaia di milioni di lire e miseramente finita in un deposito di ferro vecchio con il ricavo di pochi euro, per non parlare del maldestro tentativo,” artistico”, di camouflage dei supporti in cemento dei resti di quel capolavoro. Ma perché non parlare dell’arricchimento iconico dell’aiuola in piazza Vittorio Emanuele? Ai piedi di un monumento già importane per struttura e significato simbolico qualcuno ha sentito l’esigenza di posizionare silhouette di fenicotteri, bambini e trozzelle in una improbabile sequenza prospettica. Che dire del nostro Calvario, no non mi riferisco alla politica, mi riferisco al particolarissimo monumento che è testimonianza di fede nei pressi del giardino pubblico, reintegrato solo in parte con una spesa esagerata, e mai finito nella sua ricostruzione e riposizionamento delle sue rovine. E poi, la mancata realizzazione del monumento commemorativo di Elisa Springer, forse pagato, e mai giunto dalla Sicilia, ne vogliamo parlare? E del misero monumentino a ricordo di Don Luigi Neglia?».

L’analisi di Guida prende di mira le discutibili procedure di assegnazione degli incarichi e degli acquisti su cui occorrerebbe andare più a fondo. «Sarebbe ora che l’affidamento diretto non fosse più una prassi in questo comune e che trattandosi di opere artistiche la procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando sia messa, come democrazia vorrebbe, al vaglio di gradimento dei cittadini con l’esposizione di bozzetti, rendering, ubicazioni e dettagli tecnici».

La conclusione del professore Guida serve a sdrammatizzare ma rende molto bene l’idea: «Ma che ne parliamo a fare. Viva Furia il cavallo che beve caffè per mantenere il suo pelo più nero che c’è».

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

22 commenti

  • Ferdinando Arno
    mar 2 gennaio 15:47 rispondi a Ferdinando Arno

    “espressioni di denigrazione e di odio che si trovano sovente nella rete” dice Mattarella. Sono gli haters che si nascondono dietro l’anonimato il vero problema dei social. Spero che dal nuovo anno questo giornale non permetta più commenti anonimi

  • Dinoi marco
    mar 26 dicembre 2023 10:27 rispondi a Dinoi marco

    Manduria è l toponimo secondo alcuni storici deriverebbe forse, dal termine messapico mand, che vuol dire cavallo...quanto riportato sul sito della banca BCC di Avetrana e non solo. Conoscendo i Manduriani , più che una ipotesi, a quanto si ipotizza direi è verità....

  • Antonio Ruggero
    mar 26 dicembre 2023 12:17 rispondi a Antonio Ruggero

    Gent.mo Professore, condivido in pieno le Sue delusioni in merito ai monumenti di Manduria ed io aggiungerei anche sulla toponomastica. Non so se è al corrente dei nomi assegnati ad alcune vie di Manduria è di Uggiano Montefusco.... come diceva il compianto Troisi: " Non ci resta che piangere".... Questi amministratori si sentono depositari della Verità, cultura, ecc., ma sono una nullità assoluta e tant, tanta spocchia. Su una cosa non sono d'accordo con Lei sul "misero monumento a Don Luigi Neglia. È il caso di ricordare che se ven "misero" il monumento fu realizzato con i contributi dei soci dell'Associazione a Lui intitolata e di privati e generosi cittadini. D'altronde se Lei ha accresciuto Don Luigi, dovrebbe sapere che quel monimento per Lui, sarebbe stato anche troppo. La saluto cordialmente

    • Giuseppe Guida
      mar 26 dicembre 2023 05:35 rispondi a Giuseppe Guida

      Certamente, pensavo di aver spiegato nella risposta ad un commento

  • Marimma
    lun 25 dicembre 2023 09:19 rispondi a Marimma

    L'amministrazione dovrebbe prendere consapevolezza che c'é poco da autocelebrare, per come stanno andando le cose il simbolo rappresentativo della città sarà presto un cactus, visto che con il calo demografico e la fuga dei giovani Manduria sarà presto un deserto di case chiuse. Mi dispiace dirlo, ma Manduria corre il rischio di diventare un ricordo nel cuore di tanti manduriani che si realizzano e vivono altrove.....se non si migliora la realtà cittadina sia ambientale che sociale investendo tutte le risorse disponibili nel rendere adeguati gli standard di qualità di vita, creare o potenziare i servizi per le famiglie, sostenere i lanciare iniziative per l'imprenditoria soprattutto giovanile che creino occasioni di lavoro.

  • Marimma
    lun 25 dicembre 2023 08:56 rispondi a Marimma

    Di certo....un cavallo??!! Ma un simbolo piú attinente, no??? Magari scelto tra le proposte ottenute, lanciando un concorso per i ragazzi delle scuole manduriane di ogni ordine e grado, come fece a suo tempo Eni con il cane a 6 zampe?Tra antico albanese e antico indiano che c'azzecca un cavallo come simbolo di Manduria, se a Manduria non c'é e non c'é mai stata alcuna tradizione equestre...equina magari sí (risate). Forse é già pronta una copia facile del cavallo Rai di viale Mazzini a Roma?

    • Cittadino illustre
      lun 25 dicembre 2023 11:15 rispondi a Cittadino illustre

      Dal suo commento si denota la scarsa conoscenza della storia di Manduria, perché altrimenti saprebbe che il nome Manduria derivi(o almeno così si pensa) da "Mandria" in quanto questa zona veniva utilizzata per fare pascolare gli allevamenti oritani molti e molti secoli fa. Che poi si possa discutere su questo monumento è un altro paio di maniche, ma almeno se deve scrivere qualcosa non si renda ridicolo/a

      • Cittadino semplice
        mar 26 dicembre 2023 01:22 rispondi a Cittadino semplice

        Casalnuovo?

        • Giuseppe Guida
          gio 28 dicembre 2023 01:29

          😄😀🤣😂😀😂🤣 tanto io mi riferivo sempre al cittadino illustre, che spero sia chi dico io 😏. purtroppo scrivo con il telefono con dita enormi e scrittura piccolissima. Mi scuso anche io per l'equivoco e per tutti gli errori materiali di scrittura.

        • Giuseppe Guida
          mar 26 dicembre 2023 07:15

          Lo sa? Lei è simpatico, si è simpatico come un calcolo renale ed è anche bravo a coprirsi di ridico. Volevo suggerirle, visto che crede alle favole, di suggerire la realizzazione di un scultura che raffiguri un unicorno 🦄

      • Giuseppe Guida
        mar 26 dicembre 2023 10:33 rispondi a Giuseppe Guida

        Certo, indiano antico 😄. Visto la sua grande cultura i merito, mi porti una sola prova certa di quanto asserito. Abbia la decenza di firmarsi, non sia timido😆. Buon Santo Stefano

        • Cittadino Semplice
          mer 27 dicembre 2023 08:22

          Mi scusi di averla offesa, ma la risposta era rivolta al Sig. Cittadino Illustre...

  • Gregorio
    dom 24 dicembre 2023 07:45 rispondi a Gregorio

    Più che cavallo di bronzo , hanno la faccia di bronzo, a quanti RACIUEPPI CA' STA' FANNU !!

  • Dinoi marco
    dom 24 dicembre 2023 06:27 rispondi a Dinoi marco

    Quando all'interno delle cabine elettorali, si vota a cacchio, questo è il risultato. Stupido , criticare l operato .

  • Fabrizio Forleo
    dom 24 dicembre 2023 05:53 rispondi a Fabrizio Forleo

    Come diretto interessato dei lavori artistici in piazza Giovanni XXIII mi preme precisare che la previa pubblicazione del bando per i lavori fatti sulla suddetta piazza c'è stata e non ho goduto di favoritismi.Detto questo mi dispiace che il prof.Guida non abbia apprezzato almeno lo sforzo artistico.Ci sta che i soggetti da me proposti(colonne rosa)non possano incontrare il gusto di tutti,ne tantomeno ho la pretesa di definirmi artista con la A maiuscola come lo è il maestro Pietro Guida che tra l'altro stimo tantissimo,ma lo sminuire il lavoro fatto da me e la collega con quelle virgolette sulla parola artistico è una cosa che non ci si aspetterebbe da un professore d'arte che seppur libero di muovere critiche dovrebbe favorire la libera espressione. Se poi su quella piazza si sarebbe potuto intervenire diversamente è un discorso che và distinto dal nostro operato.

    • Giuseppe Guida
      lun 25 dicembre 2023 11:16 rispondi a Giuseppe Guida

      Solo per chiudere sulla valenza del suo operato, il progetto per lei e la sua collega sarà stato vagliato da un' apposita commissione, non sta a me farne considerazioni in merito. Per ultimo, mi creda, mi risulta difficile accettare critiche e consigli sulla mia specchiata carriera di insegnante e pur ringraziandola per l' attestato di stima nei confronti di mio padre, gradirei che il suo nome fosse accostato a queste piccole cose, se ne astenga. Buon Natale

    • Giuseppe Guida
      lun 25 dicembre 2023 11:06 rispondi a Giuseppe Guida

      Egregio artista, la chiamo così perché non conosco né lei né le sue opere e tantomeno la sua collega, nel suo commento mi accusa di aver detto che lei avrebbe avuto delle agevolazioni nell' espletamento del bando per la nota piazza , mi spiace contraddirla, non ci ho nemmeno pensato, perché scriverlo. Se questo fosse stato vero, come lei dice, e di mia conoscenza , avrei sicuramente denunciato l' accaduto.Se lei avesse letto bene, e meglio compreso, quanto ho scritto, avrebbe facilmente capito che la critica non è diretta a lei e chi come lei fa il suo mestiere, ma a chi ha pensato di mascherare gli enormi pilastri con interventi pittorici. Operazione che ha, di fatto, reso più visibili, indiscutibilmente, grazie al lavoro eseguito. Le virgolette per le quali si è tanto risentito si riferiscono al tentativo, maldestro, di usare arte per porre rimedio ad un simile danno.

    • Ferdinando Arno
      lun 25 dicembre 2023 09:28 rispondi a Ferdinando Arno

      “favorire la libera espressione” è la frase dell’anno Dipende da chi la “favorisce “ e da chi si esprime liberamente sui muri della città. I “ne” senza accento non li favorirei anche dipinti di rosa

  • Antonio Curri
    dom 24 dicembre 2023 03:20 rispondi a Antonio Curri

    Solo una precisazione! Il "Monumentino" dedicato a don Luigi Neglia,non è stato "commissionato" dall'Amministrazione! Ma è frutto di donazione degli iscritti all'Associazione "Don Luigi Neglia"! La prossima volta si informi meglio! O no?

    • Giuseppe Guida
      dom 24 dicembre 2023 07:21 rispondi a Giuseppe Guida

      Egregio ingegnere, fatto salvo che non è mia intenzione fare critica negativa nei confronti dell' artista e della sua opera, ne tantomeno del committente, le faccio presente che l'illuminazione, la grandezza, il materiale, la collocazione di un' opera fanno parte dell' opera stessa e non tenerne conto fanno si che un monumento diventi un monumentino. Detto questo, avendo avuto la fortuna e l' onore di conoscere don Luigi Neglia, penso che meriti qualcosa in più di un busto al cimitero e al villaggio del fanciullo, chissà se anche lei condivide che, forse, sarebbe molto meglio di un inutile cavallo

  • Annalisa Magliola
    dom 24 dicembre 2023 02:48 rispondi a Annalisa Magliola

    Grazie Giuseppe x il tuo commento sull' imbruttimento di questo paese, commento che condivido pienamente, ci mancava anche un cavallo in bronzo di 5m come simbolo di Manduria accanto alle figurine dei fenicotteri!

  • Leonardo Erario
    dom 24 dicembre 2023 02:03 rispondi a Leonardo Erario

    Finalmente una voce competente di cui la nostra "disamministrazione" composta da esperti tuttologi dovrebbe fare tesoro... grazie prof. Guida

Tutte le news
La Redazione - oggi, lun 4 marzo

Cooking show, degustazioni gratuite e info point dell’Alberghiero Mediterraneo (scuola pubblica e gratuita), presso ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, lun 4 marzo

Ieri a Sava nella partita del campionato di calcio prima categoria  tra la squadra locale e la Virtus Lecce, i ragazzi del ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, lun 4 marzo

Il Centro culturale di formazione continua, “Plinio il Vecchio” di manduria, in concordanza con l’obiettivo ...

Tutte le news
La Redazione - sab 2 marzo

Dopo la "manifestazione d’interesse" vincolante, l’organizzazione della gita scolastica nei due licei manduriani, classico ...

Tutte le news
La Redazione - ven 1 marzo

Un manduriano di 45 anni, M. B. le sue iniziali, che da poco si era trasferito ad Avetrana, è stato arrestato dai carabinieri ...

“Amore Primitivo vita fra i trulli”, il libro con l’autrice
La Redazione - gio 14 dicembre 2023

Martedì 19 dicembre, alle ore 18,00, nella sala dell’ex Convento delle Servite, al pianterreno, riprenderanno gli incontri culturali di Archeoclub con la presentazione del romanzo di Alba De Monte “Amore ...

"Presepi in cassetta", la nuova arte di Gianni Vico
La Redazione - sab 16 dicembre 2023

Cassette di legno, spesso riciclate, trasformate in scrigni contenenti paesaggi presepiali di incomparabile bellezza. Le opera d’arte nascono dalle mani e dall’ingegno di un personaggio noto per un'altra arte, quella del cantore. Così ...

Pieno successo per il concerto di Natale dell’orchestra Vincenzo Tripaldi
La Redazione - mar 19 dicembre 2023

Grande soddisfazione da parte dell’Associazione Bandistica “Vincenzo Tripaldi” di Manduria, in occasione del Gran Concerto di Natale. ...