Domenica, 14 Aprile 2024

Cronaca

Oggi il sindaco Iazzi incontri i responsabili del centro cottura

Anche le mamme di Avetrana preoccupate per gli alimenti somministrati ai propri figli a scuola

Mandarini acerbi o ammuffiti Mandarini acerbi o ammuffiti

Dopo i sospetti sulla presenza di insetti nelle pietanze somministrate ai bambini di una scuola dell’infanzia di Manduria, un altro caso di presunta cattiva gestione della mensa scolastica sta agitando numerose famiglie di Avetrana. Le proteste riguardano in questo caso la qualità dei prodotti somministrati ai bambini della scuola avetranese. Il centro cottura è lo stesso che prepara i pasti per le scuole di Manduria.

Per questa mattina alle 11, il sindaco di Avetrana, Antonio Iazzi, ha convocato in municipio i responsabili dell’impresa privata che gestisce il servizio mensa insieme ad una rappresentanza dei genitori e della scuola.

All’incontro avevano chiesto di partecipare anche i consiglieri di minoranza, Rosaria Petracca, Lucia Vacca, Martina Tarantini e Antonio Lanzo, ma il primo cittadino non ha ritenuto necessaria la loro presenza.

I consiglieri d opposizione del gruppo Rilanciano Avetrana, avevano inviato una interpellanza al sindaco preoccupati «della situazione di malcontento – si legge -, rispetto alla gestione della mensa scolastica e del cibo che la stessa distribuisce». Come per il caso manduriano, anche per questo avetranese nelle chat delle famiglie circolano da tempo immagini (che vi mostriamo) di cibi dall’aspetto non rassicurante. «Se vuoi postiamo le spine nei piatti di pesce, o la frutta avariata che ci arriva negli zainetti, o tanto altro ancora», scrive sulla pagina di un assessore comunale una mamma arrabbiata che conclude così il suo post: «Ma non ne varrebbe la pena perché sono cose che già sapete e che già avete visto».

Vuoi commentare la notizia? Scorri la pagina giù per lasciare un tuo commento.


© Tutto il materiale pubblicato all’interno del sito www.lavocdimanduria.it è da intendersi protetto da copyright. E’ vietata la copia anche parziale senza autorizzazione.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

2 commenti

  • Walter
    lun 25 marzo 09:01 rispondi a Walter

    Tutto nella normalità, vedi dove vanno i Nas😎😎😎😁😁

  • Sara
    lun 25 marzo 08:57 rispondi a Sara

    I panni sporchi si lavano in casa 🤑🤑 Adesso si coprirà il tutto.Se non si controlla chi deve controllare? Dove c'è cibo c'è magagna. Opinione

Tutte le news
La Redazione - sab 13 aprile

E’ stato di origine dolosa l’incendio che nella notte tra giovedì e venerdì ha quasi distrutto del tutto una villetta per la villeggiatura ...

Tutte le news
La Redazione - sab 13 aprile

E’ già scattato da ieri e durerà sino al 30 ottobre prossimo, il divieto di balneazione nel fiume Chidro e la sua foce e il divieto di ...

Tutte le news
La Redazione - ven 12 aprile

«Non conviene abolire la Doc. » Questo in estrema sintesi il parere del professor Mario Fregoni. Come ...

Tutte le news
La Redazione - ven 12 aprile

Un incendio di cui si ignora l’origine ha distrutto questa notte un’abitazione sulla costa manduriana in località marina di ...

Tutte le news
La Redazione - ven 12 aprile

Sono del compositore manduriano Ferdinando Arnò produzione musicale e licensing del nuovo spot nazionale ...

Pasqua triste a Sava per l’ultimo saluto a Marco
La Redazione - dom 31 marzo

Si terranno oggi a mezzogiorno a Sava i funerali di Marco D’Attis, lo sfortunato giovane savese morto improvvisamente e inspiegabilmente ieri a casa della fidanzata a Maruggio. La camera ardente è stata allestita nell’abitazione dei ...

Lettera di un automobilista multato: "attenti all'imboscata della sosta"
La Redazione - lun 1 aprile

La lettera di un automobilista, fatta arrivare anche ai giornali locali, è stata recapitata via Pec al comando di polizia municipale e al comune di Manduria per segnalare un altro caso di multa per divieto di sosta fatta ...

“Sostanza irritante nell’aria”, allarme rientrato al Giannuzzi
La Redazione - mar 2 aprile

È durato più di un’ora sabato scorso l’allarme nel reparto di nefrologia e dialisi dell’ospedale Marianna Giannuzzi per una temuta presenza nell’aria di sostanze che provocavano brucione agli occhi e ...